Quantcast

Alto Garda, abusi edilizi: cantieri sequestrati

A Toscolano Maderno e Gargnano il Corpo Forestale dello Stato ha messo i sigllli a due cantieri in cui erano stati realizzati lavori difformi dai permessi.

(red.) Sotto sequestro due cantieri edili abusivi nell’Alto Garda bresciano, tra Maderno e Gargnano.
Li ha scoperti il Corpo Forestale dello Stato di Toscolano nell’ambito di un attività investigativa finalizzata al contrasto dell’abusivismo edilizio.
Durante i controlli, effettuati nel mese di ottobre, sono emerse rilevanti difformità nell’esecuzione dei due fabbricati residenziali rispetto ai progetti autorizzati.
A Gargnano, in un rustico di località Sostaga, il fabbricato in ristrutturazione è totalmente demolito, diversamente da quanto prevedevano invece i permessi richiesti. In più è stato realizzato  un interrato, non previsto dal progetto, su un´area di 180 metri quadrati e in cui è stata collocata una vasca di circa nove metri, profonda poco meno di un metro e mezzo.
A Tosolano Maderno invece il tetto è stato alzato di un metro rispetto al progetto ed è stata realizzata una piscina più larga del consentito.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.