Il bresciano Piamarta canonizzato a Roma

Domenica 21 ottobre la cerimonia di proclamazione dei nuovi santi, tra cui il padre bresciano, fondatore della Congregazione della Sacra Famiglia di Nazareth.

Più informazioni su

red.) Una vita spesa a servizio dei giovani e del loro futuro. E’ questa una delle molte definizioni che meglio descrivono padre Giovanni Battista Piamarta, bresciano, che il Papa domenica prossima canonizzerà in Piazza San Pietro.
Fu il fondatore nel 1900 della Congregazione della Sacra Famiglia di Nazareth e della Congregazione delle Suore Umili Serve del Signore. L’amore per i giovani culminò nella creazione dell’Istituto “Artigianelli” dedicato alla preparazione professionale e alla crescita cristiana di migliaia di ragazzi. Una figura attualissima secondo il postulatore, padre Igor Fabiano Manzillo.
E a Roma sono attesi oltre 2500 pellegrini bresciani, insieme alle altre migliaia provenienti dal resto del mondo, per la canonizzazione del nuovo santo della Chiesa.
La cerimonia prenderà il via alle 9,30, nella basilica di San Pietro, in Vaticano. Verranno canonizzati  altre sei santi, insieme con il sacerdote bresciano.
In viaggio con i fedeli bresciani anche il vescovo di Brescia Luciano Monari, che sabato pomeriggio, alle 17, al Santuario del Divino Amore a Roma celebra la Messa internazionale per tutti i pellegrini. A seguire, domani mattina, in San Pietro, la cerimonia eucaristica che Papa Benedetto XVI terrà per la canonizzazione di sei beati, oltre che di Padre Giovanni Battista Piamarta. Lunedì, alle 11, nella Chiesa di Santa Maria in Vallicella, a Roma, la prima concelebrazione eucaristica di ringraziamento, presieduta dal cardinale Angelo Sodano, decano del Sacro Collegio.
Venerdì 26 all´Istituto “Artigianelli” è in programma la Giornata internazionale della gioventù piamartina. Sabato 27, alle 17, nella Chiesa dell´Istituto, Padre Enzo Turriceni, superiore generale dei Piamartini, presiederà la seconda Messa di ringraziamento.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.