Soldi per non pubblicare foto hot, arrestato 23enne

In manette un giovane rumeno che aveva avuto una relazione con un 53enne di Quinzano d'Oglio. Finita la storia, il ragazzo ha iniziato a ricattare l'ex amante.

Più informazioni su

(red.) Del denaro per non pubblicare foto che documentavano la relazione intima con un ragazzo.
In manette con l’accusa di estorsione è finito un 23enne rumeno che avrebbe ricattato in questo modo un 53enne di Quinzano d’Oglio (Brescia) con il quale aveva avuto una storia, poi finita.
Il giovane, attraverso chiamate e messaggi sul cellulare del 53enne, aveva iniziato a chiedere dei soldi per “tenere la bocca chiusa” sulla relazione e soprattutto per non mostrare su internet (e quindi farne venire a conoscenza i familiari dell’uomo) gli scatti hot che aveva realizzato quando i due stavano insieme.
I carabinieri, ai quali l’uomo ha denunciato l’accaduto, hanno accertato che il 53enne aveva già versato 4500 euro. Tuttavia, in uno degli sms inviati dal ragazzo, questi fa riferimento ad una cifra di 9mila euro ricevuti. All’ennesima richiesta di 1400 euro, il 53enne ha deciso di sporgere denuncia, facendo così arrestare il suo estorsore.
I militari di Quinzano hanno fermato il 23enne prima che potesse partire per il suo paese d’origine. Ad incastrarlo sia i messaggini sul cellulare sia alcune banconote che il giovane aveva con sé. Per lui sono scattate le manette e la reclusione a Canton Mombello.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.