Quantcast

Beve detersivo, bimbo di 4 anni in Rianimazione

E' accaduto a Nuvolera. Il piccolo era nel bar dei genitori quando per sbaglio ha ingurgitato il liquido da una bottiglietta. A Idro un bimbo di 6 anni è caduto da un muretto.

Più informazioni su

(red.) Era nel bar della mamma, come d’abitudine durante queste vacanze estive, con le scuole chiuse e tanto tempo per giocare e divertirsi, mentre i genitori stavano effettuando alcuni lavori di ristrutturazione nel locale, in quel momento chiuso al pubblico.
Assetato, il piccolo di 4 anni ha afferrato una bottiglietta pensando che contenesse acqua, ma ha ingurgitato invece alcuni sorsi di detergente per lavastoviglie.
Tragedia sfiorata nel tardo pomeriggio di martedì a Nuvolera, nel Bresciano, dove il bambino è rimasto intossicato dal detersivo bevuto per sbaglio.
Il piccolo è stato ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale pediatrico di Brescia. Le condizioni del bambino sono apparse serie ai soccorritori del 118 intervenuti sul posto, tanto che, sebbene il piccolo sia rimasto sempre cosciente, dopo la lavanda gastrica, è stato sottoposto a diversi trattamenti farmacologici necessari per contrastare l’azione corrosiva del detersivo ingerito.
Un altro bimbo, questa volta a Vantone, è rimasto invece vittima di una caduta da un muretto. Il piccolo di sei anni, di nazionalità tedesca, si trovava in vacanza con la famiglia in Valsabbia, in un campeggio situato nei pressi del lago d’Idro.
L’incidente si è verificato all’interno di un camping: il bimbo è precipitato da un muro che affaccia direttamente sullo specchio d’acqua finendo sugli scogli sottostanti.
Sul posto è intervenuta si l’ambulanza medicalizzata da Vestone si l’elicottero del 118 che però ha potuto fermarsi solo a distanza. Sono così giunti in aiuto anche i vigili del fuoco di Brescia che, in barca, hanno trasportato il piccolo ferito sino all’elicottero del 118.
Il bambino è stato ricoverato al Civile di Brescia dove si trova ricoverato in osservazione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.