Rissa su Fb e coltellate, arrestati 5 giovani

Sono finiti in manette i ragazzi responsabili della zuffa avvenuta domenica sera ad Adro. Si tratta di giovani tra i 19 ed i 22 anni. Ferito alla gola un 19enne kosovaro.

(red.) Sono stati arrestati i cinque ragazzi, italiani e stranieri, coinvolti nella rissa finita nel sangue ad Adro, nel Bresciano.
Tutto è scaturito da insulti che i giovani, di età compresa tra i 19 e i 22 anni, si sono scambiati sulle pagine di Facebook. A far incendiare la scintilla il litigio per futili motivi tra due minorenni che, dalle pagine virtuali, hanno poi portato lo scontro in piazza.
Viene dunque fissato un appuntamento per “regolare i conti”, domenica sera al parco Sant’Anna, situato a poca distanza dall’area della festa della birra: qui dalle parole virtuali si è passati alle botte reali, con lo scoppio di un’aggressione e di un corpo a corpo. Un ragazzo russo di 22 anni, assalito da cinque kosovari, ha estratto un coltello che teneva in tasca ferendo uno dei rivali alla gola.
Il giovane, di 18 anni, è stato prima ricoverato ad Iseo, poi trasferito in Rianimazione al Civile. Il ragazzo non sarebbe in pericolo di vita.
I carabinieri di Adro e di Chiari sono intervenuti sul posto riuscendo a fermare l’accoltellatore e, anche, un ragazzo rumeno che aveva estratto una pistola giocattolo (privata del tappo rosso) per minacciare gli astanti. Tutti in manette per rissa, mentre l’aggressore è stato arrestato per lesioni gravissime.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.