Quantcast

Province, Ostiano vuole le nozze con Brescia?

Anche il comune cremonese, dopo alcune amministrazioni mantovane, vorrebbe passare nei confini della Leonessa. Ipotizzato un referendum popolare.

Più informazioni su

(red.) Si candida anche il comune di Ostiano (Cremona) tra quelli che hanno espresso il desiderio, con la riforma delle Province varata dal Governo, di passare nei confini bresciani.
L’amministrazione comunale cremonese, mentre la città capoluogo ed i paesi afferenti stanno valutando le “nozze” con Mantova e Lodi per formare un unico distretto provinciale, vorrebbe invece unirsi a Brescia.
La proposta è stata avanzata (in modo informale) dall’assessore alla Cultura Giuseppe Merlo e ha trovato una sponda nel primo cittadino Lorenzo Locatelli e potrebbe addirittura approdare ad un referendum popolare.
Un’ipotesi, quella di cambiare i propri confini con quelli della Leonessa d’Italia che è stata invece scartata dagli altri comuni cremonesi confinanti con il Bresciano.
Non così invece dalla sponda mantovana dove molte amministrazione farebbero carte false per un matrimonio con la nostra provincia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.