Quantcast

Lite in strada, 36enne denunciata per lesioni

La donna, di origini rumene, ha aggredito con un bastone un connazionale di 30 anni a seguito di un diverbio scoppiato per futili motivi.

(red.) E’ una storia di degrado e di violenza quella avvenuta a Brescia nella serata di mercoledì, nella zona di viale Italia.
Una discussione per futili motivi tra cittadini dell’Est Europa è poi degenerata in aggressione. Protagonisti una donna rumena di 36 anni, M. E. M, madre di un bimbo di cinque anni, e un connazionale di 30, V.E.
La donna ha riferito agli agenti di polizia intervenuti su posto con una Volante di essere stata aggredita dall’uomo in seguito ad un diverbio scoppiato in strada. Per difendersi, la 36enne avrebbe quindi colpito il connazionale con un bastone.
Nel corso degli accertamenti, i poliziotti hanno appurato che la donna era senza fissa dimora e viveva con il figlioletto in una struttura in muratura all’interno del limitrofo cantiere edile.
Affidati entrambi ad una struttura protetta, la 36enne è stata indagata in stato di libertà per lesioni aggravate.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.