Quantcast

Incidente in montagna, alpinista perde un piede

Due scalatori bresciani di 33 e 35 anni sono precipitati mentre scendevano dalla cima del Piz Palù, sulla Bernina. Il più giovane ha subito l'amputazione dell'arto.

(red.) Ancora un incidente in montagna che ha coinvolto escursionisti bresciani. E’ accaduto a Piz Palù, in Svizzera sulla Cresta Kuffner. Protagonisti dell’avventura, che si è conclusa meno tragicamente di quella che ha portato alla morte di Girolamo Rizzini, 55enne di Desenzano, rimasto ucciso a seguito della caduta in una scarpata mentre faceva una passeggiata in Valsaviore, due uomini di Gardone Valtrompia, Francesco Galesi, 33 anni, e Sergio Martinelli, 35.
E’ accaduto martedì sul massiccio del Bernina, in Svizzera. I due esperti alpinisti stavano tornando dalla cima del Piz Palù (3.881 metri) quando si è verificato l’incidente. Pare che la parete di roccia dalla quale si stavano calando in cordata abbia ceduto: i due amici scalatori sono precipitati. Il 35enne è atterrato sulla neve riportando ferite ad una mano, mentre Galesi è stato travolto dalle rocce e ha subito l’amputazione di un piede.
A dare l’allarme sono stati gli stessi alpinisti che sono così stati raggiunti dall’elisoccorso e ricoverati in ospedale. Martinelli ha fatto rientro a casa giovedì, mentre il 33enne si trova ancora nel nosocomio svizzero, in attesa che sia fissato il trasferimento a Brescia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.