Rapina prostituta, oltre 1 anno di condanna

Nei guai un lumezzanese di 46 anni, che aveva aggredito una lucciola in casa sua e le aveva rubato 300 euro. L'uomo è stato processato per direttissima.

(red.) Condannato per direttissima a 1 anno e 4 mesi di reclusione per aver aggredito e rapinato una prostituta.
Le manette sono scattate per un lumezzanese di 43 anni che mercoledì 8 agosto aveva fatto il colpo. La vittima, una prostituta di origine albanese di 29 anni. L’uomo l’aveva aggredita in casa e le aveva portato via circa 300 euro, in contanti.
La donna, però, era riuscita a segnare il numero della targa del suo aggressore per poi lanciare l’allarme. Subito una pattuglia dei carabinieri si era lanciata all’inseguimento della Fiat bianca su cui viaggiava l’uomo e lo avevano fermato. La condanna è arrivata subito, più di un anno di carcere, con sospensione della pena.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.