Quantcast

Brescia, espulso tunisino irregolare

L'uomo, 30 anni, era stato già avvistato a Nizza con il permesso scaduto e una granata. Nel suo appartamento del Carmine non sono state però trovate altre armi.

Più informazioni su

(red.) Viveva in un appartamento del Carmine, nel cuore di Brescia, ma era irregolare.
Così, per A.C., 30enne tunisino, è scattata l’espulsione. Nel primo pomeriggio di giovedì 9 agosto, l’uomo è stato trasferito al Cie di Milano. La polizia era da tempo sulle sue tracce. Il 17 luglio scorso, il Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia, articolazione operativa transnazionale incardinata nella Direzione Centrale della Polizia Criminale, aveva comunicato che la polizia di Parigi lo aveva rintracciato  a Nizza, in una camera d’albergo. L’uomo aveva un permesso di soggiorno rilasciato dalla Questura di Brescia, ormai scaduto. Inoltre, aveva con sè una granata del tipo di quelle utilizzate per l’addestramento al combattimento.
Il tunisino, pertanto, è stato sottoposto a fermo di polizia da parte delle Autorità francesi. La Digos della Questura di Brescia, intanto, si era subito attivata ed aveva perquisito (ai sensi dell’art. 41 T.U.L.P.S.) la sua abitazione, un appartamento al Carmine. Nessun tipo di arma o esplosivo sono stati ritrovati, ma sono stati acquisiti importanti elementi comprovanti l’irregolare ottenimento del permesso di soggiorno da parte del tunisino, attraverso false dichiarazioni di ospitalità.
Dopo gli accertamenti di rito della polizia francese, l’uomo è stato denunciato per il reato di detenzioni di armi di 1° categoria (armi da addestramento di scarsa offensività). Mercoledì 8 agosto, è stato poi rintracciato a Brescia e in considerazione degli elementi acquisiti è stato sottoposto ad espulsione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.