Quantcast

Tir contro treno a Bornato: 17 feriti

Due persone hanno riportato gravi ferite, la capotreno e una passeggera. Il camion avrebbe cercato di superare il passaggio a livello mentre scendevano le sbarre.

(red.) Nell’incidente ferroviario verificatosi questo mercoledì mattina ad un passaggio a livello a Corte Franca, nei pressi di Bornato, nel Bresciano, secondo i soccorritori ci sarebbero diciassette feriti, due gravi e quindici lievi tra i passeggeri.
La più grave è la capotreno, Roberta Rolandi, 44 anni, di Pisogne, trasportata in gravi condizioni in eliambulanza  al Civile di Brescia ed una passeggera, che avrebbe riportato la frattura di una gamba. Ferito anche l’autista dell’autocarro, un 50enne bresciano.
Da una prima ricostruzione fornita da Trenord, l’autista del camion sarebbe passato mentre le sbarre del passaggio a livello già si stavano abbassando e sarebbe rimasto incastrato sui binari mentre il convoglio sopraggiungeva.
”’Questa mattina, poco dopo le ore 8″, precisa Trenord, “un camion che trasportava terra non ha rispettato le norme di sicurezza e ha tentato di attraversare un passaggio a livello che si stava regolarmente chiudendo tra Borgonato e Bornato sulla linea Brescia-Iseo-Edolo, rimanendo tra i binari. Il treno che stava sopraggiungendo, il numero 18 partito da Brescia alle 7,58 e diretto a Breno, ha azionato la frenatura di emergenza ma non ha potuto fare nulla per evitare l’impatto”.
La linea è attualmente chiusa tra Brescia e Iseo in entrambe le direzioni, ma è stato attivato un servizio autobus sostitutivo.
Tragica fatalità, la capotreno, 16 anni fa, perse il marito, anche lui ferroviere, in un drammatico incidente ferroviario avvenuto il 30 dicembre del 1996 sulla stessa linea, all’altezza di Calino. Nello scontro fra due convogli, il treno passeggeri D255 e un R4, morirono cinque persone, 43 furono i feriti.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.