Quantcast

Calcioscommesse, indagato anche Conte

Perquisizioni compiute dalla polizia nei confronti dell'allenatore della Juventus. Il mister sarebbe indagato per associazione a delinquere finalizzata alla truffa e alla frode sportiva.

(red.) Perquisizioni sono state compiute dalla polizia nei confronti dell’allenatore della Juventus, Antonio Conte, nell’ambito dell’inchiesta della procura di Cremona sul calcioscommesse. Secondo quanto si apprende, Conte è indagato per associazione a delinquere finalizzata alla truffa e alla frode sportiva.
Il coinvolgimento dell’allenatore della Juventus Antonio Conte è dovuto al periodo in cui era allenatore del Siena. E’ stato in particolare il calciatore Filippo Carobbio a chiamarlo in causa per Novara-Siena del 30 aprile 2011. ”Lo stesso allenatore Antonio Conte”, aveva raccontato Carobbio, ci rappresentò che potevamo stare tranquilli in quanto avevamo raggiunto l’accordo con il Novara per il pareggio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.