Quantcast

Garda, nessuna traccia del terzo turista

Il Benaco non ha ancora restituito il corpo di Peter Lager, il 65enne naufragato domenica pomeriggio insieme con due amici. Le ricerche proseguono.

(red.) Ancora nessuna traccia di Peter Lager, 65 anni, il terzo turista tedesco disperso nella acque del lago di Garda da domenica pomeriggio.
Le ricerche dell’uomo sono proseguite per tutta la giornata di mercoledì, ma senza esito.
Il Benaco è stato passato a setaccio dalle motovedette di Guardia Costiera, Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza, Vigili del fuoco, volontari e anche da due ultraleggeri della Protezione civile di Verona che hanno sorvolato il bacino lacustre.
Nelle prossime ore verrà deciso se le ricerche riprenderanno. Se quasi nulle, oramai, sono le possibilità che il 65enne sia ancora in vita, dopo che sono state rinvenute le salme dei suoi due amici, Georg Güthlein, architetto di 60 anni, e Imsel Reinhard, dentista di 70 anni, recuperate nella giornata di lunedì, diventa sempre più difficile riuscire pensare di trovarne il corpo in tempi brevi.
La Procura di Brescia ha aperto un fascicolo contro ignoti per  naufragio e omicidio colposo, mentre in giornata sono attesi i familiari delle vittime per il riconoscimento delle salme.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.