74enne arrestato per violenza e minacce

Il pensionato aveva aggredito la moglie al termine di una violenta lite scoppiata in un appartamento in via Risorgimento. Poi se l'è presa anche con i poliziotti.

(red.) Sono due le persone arrestate dalla Polizia nel fine settimana per violenza, minacce e resistenza a pubblico ufficiale.
Nella giornata di sabato, attorno alle 16,15, un equipaggio della Sezione Volanti si è recato in via Risorgimento al civico 20 a Brescia per la segnalazione di una violenta lite in atto. Sul posto, gli agenti hanno identificatoe d arrestato A. L., di 74 anni che aveva aggredito la moglie, minacciandole. L’uomo era tornato a casa ubriaco e aveva iniziato a insultare la donna che ha chisto l’intervento delle forze dell’ordine.
Alla vista degli agenti il pensionato ha dato in escandescenze, prendendosela anche con i poliziotti. Trasportato in questura, il 74enne, che ha precedenti per reati contro la persona, violenza, minacce e resistenza a pubblico ufficiale, ha di nuovo inveito contro i poliziotti ed è stato arrestato.
Lunedì mattina è comparso davanti al gip, che ha convalidato l´arresto, ma disposto la scarcerazione sino al processo. Il pensionato ha fatto ritorno a casa dalla moglie, ma è stata disposta una sorveglianza di pattugliamento per garantire la sicurezza alla donna.
Domenica mattina, invece, attorno alle 2,30, in via Zadei, sempre in città, una Volante della questura è intervenuta per sedare una zuffa. In manette è finito M. R., bresciano di 37 anni, per lesioni, oltraggio, violenza e resistenza. L’uomo, originario di Bienno, si trovava in città ospite di alcuni amici che gli avevano lasciato le chiavi dell’appartamento. Quando la polizia è intervenuta il 37enne, che ha problemi di droga, ha estratto un coltello nascosto sotto un cuscino e si è parato davanti agli agenti che lo hanno disarmato dopo una breve colluttazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.