Quantcast

Spaccio e rapina: tre arresti nel week-end

E' il bilancio della Volante. Un bresciano di 44 anni è finito in cella perché aveva eroina e cocaina. Die ragazzi tunisini, invece, hanno scippato una signora in stazione.

Più informazioni su

(red.) Tre persone arrestate in due distinte operazioni durante il fine settimana per la Volante della questura di Brescia.
Il primo arresto, alle 20.30 circa di sabato, è avvenuto, in flagranza di reato, in via della Palazzina dove un equipaggio di polizia ha notato la presenza in strada di un uomo, bresciano di 44 anni, che vedendo gli agenti ha gettato repentinamente qualcosa tra le autovetture parcheggiate lungo il marciapiedi che lui stava percorrendo a piedi.
Il gesto però non è sfuggito agli agenti, i quali, dopo aver recuperato l’involucro in cellophane contenente 4,7 grammi di eroina, lo hanno raggiunto e fermato per un controllo. Nascoste nella tasca dei pantaloni due bustine termosaldate contenenti 0, 20 grammi di cocaina. La sostanza stupefacente è stata pertanto sequestrata con i 65 euro che l’uomo aveva nel portafogli, suddivisa in banconote di piccolo taglio e provento di attività illecita. L’uomo, disoccupato e con precedenti specifici, è stato quindi arrestato per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.
Un secondo intervento, avvenuto invece nella giornata di domenica, ha portato all’arresto di due cittadini stranieri, nella quasi flagranza di reato, per rapina. Alle ore 20.10, una Volante si è recata in via Sostegno a seguito della segnalazione di una rapina avvenuta in danno ad una cittadina marocchina di 36 anni, alla quale tre uomini avevano strappato di dosso due collane in oro. La signora, soccorsa da un amico, ha riportato delle escoriazioni al collo e, perduto l’equilibrio a causa dello strappo, è caduta in terra senza fortunatamente riportare ulteriori lesioni. Il fatto è avvenuto sulla scalinata che dal sottopassaggio della stazione ferroviaria porta in via Sostegno.
La donna, dopo aver salito i primi gradini, è stata infatti avvicinata da tre magrebini che stazionavano sulle scale e la guardavano con insistenza. Al suo passaggio, uno dei tre le ha strappato di dosso due collane in oro. Poi tutti e tre si sono dati alla fuga in direzione della stazione. Gli agenti giunti sul posto, raccolta la testimonianza della vittima e del suo amico, hanno iniziato immediatamente le ricerche in zona mentre la signora si è riservata di passare in Questura per sporgere denuncia.
Ed è stata la vittima, nel percorrere via Solferino, a vedere i suoi aggressori uscire insieme da un bar. Li ha quindi seguiti a bordo della sua auto, comunicando in tempo reale i loro spostamenti all’operatore del 113 e permettendo così alla Volante in zona di intercettarli in viale della Stazione.
Si tratta di due tunisini, uno di 27 anni e l’altro di 17. E’ stato proprio quest’ultimo a rendersi responsabile dello strappo. Ancora minorenne è stato arrestato, così come il suo complice, per rapina in concorso. In dosso gli è stata inoltre rinvenuta un’altra collana in oro, non riconosciuta dalla vittima ed in merito alla quale l’uomo non ha saputo dare spiegazioni circa la provenienza. Per lui anche l’imputazione della ricettazione. Nessuna traccia invece delle collane della signora e del terzo complice che è stato intanto indagato in stato di irreperibilità.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.