Quantcast

La Ballarin investita mentre torna in carcere

A Verziano sta scontando 22 anni per l'omicidio di Mariangela Pezzotta, uccisa nel 2004 con Andrea Volpe dalle Bestie di Satana. Ne avrà per 90 giorni.

(red.) Stava tornando in carcere a Verziano, Elisabetta Ballarin – che a Brescia sta scontando la pena per l’omicidio di Mariangela Pezzotta, uccisa nel 2004 con il fidanzato Andrea Volpe, fondatore delle Bestie di Satana – quando un’auto l’ha investita. Erano le 19,45 di mercoledì sera, poco prima dell’ora prevista per il rientro, dato che la Ballarin gode del regime di semi libertà.
Le sue condizioni sono gravi, ma non è in pericolo di vita: la donna, 26 anni, pedalava su una bicicletta lungo via Flero. Stava sulla carreggiata, nonostante la presenza di una pista ciclabile. Ad un certo punto, giunta all’altezza dell’incrocio con via Codignole, la giovane è stata colpita da un’auto. La bici è volata via e la Ballarin è stata sbalzata su un’altra vettura che stava sopraggiungendo.
Ha riportato un trauma cranico, contusioni ed è stata tenuta sotto osservazione una notte alla Poliambulanza, mentre giovedì è stata dimessa: ne avrà per 90 giorni. La dinamica dell’incidente è al vaglio della Polizia Locale di Brescia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.