Quantcast

Evasione da 2mln di euro, imprenditore nei guai

La Guardia di Finanza di Lodi ha scoperto l’attività illecita messa in piedi attraverso fatture false e usando intestazioni di ditte esistenti ma ignare di tutto.

(red.) La Guardia di Finanza di Lodi ha scoperto l’attività illecita di un imprenditore 52enne di Chiari (Brescia) che ha evaso per oltre due milioni di imposte oltre a un’Iva non versata all’Erario per circa un milione e mezzo di euro. Tutto inventando fatture false e usando intestazioni di ditte esistenti ma ignare di tutto.
Si tratta di un imprenditore bresciano che è stato denunciato alla Procura per produzione, emissione e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti.
Tutto è partito da un normale controllo in una delle tre ditte dell’imprenditore, a Ospedaletto Lodigiano (le altre due hanno sede a Coccaglio, nel Bresciano). Delle imprese coinvolte e ignare, secondo l’accusa clonava la denominazione che, con una semplice operazione fatta al computer, era apposta su numerose fatture, ciascuna delle quali riportanti costi inventati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.