Quantcast

Anfo: scuola chiusa e nuove maestre

Cancelli serrati fino a mercoledì nella scuola dell'infanzia valsabbina. L'insegnante, Laura P., 52 anni, arrestata venerdì per maltrattamenti, è a Verziano.

(red.) Resta chiusa fino a mercoledì la scuola materna di Anfo (Brescia) dove i carabinieri hanno arrestato una maestra 52enne, indagata per maltrattamenti sui piccoli alunni.
Ufficialmente per “un guasto alla caldaia”, i cancelli della struttura scolastica, ospitata in una piccola struttura proprio sotto il municipio, con un giardino attrezzato con giochi in legno, questo luendì e per tre giorni restano sbarrati.
Al rientro, i bambini avranno due nuove insegnanti, una decisione maturata a seguito delle gravi accuse mosse alla maestra.
Sotto choc il piccolo paese della Valeesabbia dove è stata tratta in arresto la donna, Laura P., originaria di Mazzano, separata e madre di due figli maggiorenni, da venerdì in carcere a Verziano. I comportamenti aggressivi della maestra sono stati registrati dalle telecamere installate dai carabinieri di Salò dopo una segnalazione di un dipendente dello stesso istituto.
Intanto l’insegnante arrestata, nella giornata di lunedì, deve comparire davanti al giudice per l’udienza di convalida del fermo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.