Quantcast

Gussago, amianto sotto il cavalcavia

Il bancale di eternit rinvenuto in un terreno al confine con Castegnato. Probabilmente abbandonato da chi non voleva sobbarcarsi l'onere di smaltirlo secondo la normativa.

(red.) Un bancale di pensiline in fibrocemento abbandonate sotto un cavalcavia a Gussago, al confine con il comune di Castegnato, nel Bresciano.
A segnalare la presenza dei rifiuti pericolosi (contenenti amianto) un agricoltore della zona, che lo ha comunicato all’amministrazione castegnatese che ha così accertato che su quel terreno era presente un blocco di amianto molto probabilmente scaricato da chi non voleva sobbarcarsi l’onere di smaltrilo secondo la normativa vigente.
Niente di più facile, quindi, che abbandonare il materiale in un luogo dove sono già presenti, in modo abusivo, altri rifiuti.
Il bancale di asbesto, rivestito con cellophane e nastro adesivo, è collocato sotto il cavalcavia della tangenziale all´altezza del casello ferroviario in via Cavezzo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.