Quantcast

Concetta Cottone resta in carcere

La donna, 77 anni, arrestata con l'accusa di avere ucciso la figlia 49enne disabile, deve restare dietro le sbarre per il pericolo di reiterazione del reato.

(red.) Ha compiuto 77 anni in carcere Concetta Cottone, la donna di San Polo (Brescia) arrestata con l’accusa di avere ucciso la mattina del 29 dicembre la figlia disabile psichica di 49 anni, Assunta Arcieri.
Sabato mattina la donna è apparsa davnti al gip Luciano Ambrosoli per l’interrogatorio di convalida del fermo.
L’anziana mamma resta a Verziano, poiché il giudice ha ravvisato il pericolo di reiterazione del reato. La 77enne ha un’altra figlia, Antonietta, sorella gemella (e anche lei disabile) della vittima. Ora la 49enne si trova in una struttura protetta, in città.
Il gip ha disposto che la donna resti dietro le sbarre almeno fino a che non verrà sottoposta ad una valutazione medica.
Intanto, fra 60 giorni, si potranno conoscere i risultati dell’autopsia effettuata sul corpo della donna uccisa. Concetta Cottone ha detto agli inquirenti di avere colpito la figlia con uno spazzettone e quindi di averla soffocata con una busta di plastica.
Al momento del delitto, nell’abitazione, era presente anche l’altra figlia che però sarebbe stata in bagno e non avrebbe né assistito né partecipato al fatto. L’esame autoptico dovrà anche appurare se non sia stata un’ingestione eccessiva di farmaci a causare la morte della 49enne.
Alla 77enne il gip ha contestato il reato di omicidio volontario con le aggravanti della premeditazione e dell’aver agito nei confronti di un discendente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.