Quantcast

Gufo reale ferito trovato a Botticino

Ennesimo episodio di bracconaggio nel Bresciano. Il rapace è stato colpito con otto pallini di fucile. E' stato trasferito in un centro recupero animali selvatici.

Più informazioni su

(red.) Un altro episodio di bracconaggio si è verificato nel Bresciano. Un esemplare femmina di gufo reale, il più grande rapace notturno d’Europa, è stato trovato, ferito, in un giardino di un’abitazione provata a Molinetto di Botticino.
Del recupero, avvenuto lunedì pomeriggio, si sono occupati gli agenti del Nucleo ittico venatorio della Polizia provinciale.
Il rapace era stato colpito da una raffica di pallini (otto) esplosi da un fucile da caccia. Il volatile, quando è stato rinvenuto, era immobile a terra, incapace di alzarsi in volo.
L’esemplare di gufo è stato quindi trasferito al Centro recupero animali selvatici di Valpredina, nella Bergamasca, dove sarà curato per essere poi rimesso in libertà.
Diversi gli episodi di bracconaggio (ed inciviltà) ai danni di specie protette avvenute nelle ultime settimane in provincia di Brescia. Quattro rapaci,una civetta, una poiana e due sparvieri, erano stati soccorsi dopo il ferimento in Alta Valcamonica. Per due dei volatili era stato necessario l’abbattimento. A Muscoline era stato invece impallinato uno sparviere.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.