Quantcast

Via Rodi, intossicazione in piscina

Una decina le persone presenti nell'impianto natatorio cittadino che hanno inalato ipoclorito di sodio, utilizzato per la disinfezione e l’ossidazione dell’acqua.

Più informazioni su

(red.) Alcune persone, circa una decina, sono rimaste intossicata da ipoclorito di sodio, utilizzato per la disinfezione e l’ossidazione dell’acqua, nei locali della piscina di via Rodi a Brescia. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118e i tecnici dell’Asl.
Non è la prima volta che si verifica un episodio del genere nell’impianto natatorio. Era già accaduto nel novembre dello scorso anno quando da un fusto era fuoriuscito acido cloridrico, una soluzione al 30%, che aveva lievemente intossicato alcune persone.
Una ventina, in quella circostanza, le persone rimaste lievemente intossicate che vennero ricoverate per accertamenti e poi dimesse.
Le cause della fuoriuscita del gas, venne spiegato, erano dovute ad un difetto del contenitore in cui era custodito il liquido.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.