Quantcast

Sequestrate false griffe per 10 milioni di euro

La Guardia di Finanza di Brescia ha trovato in un laboratorio clandestino gestito da cinesi, a Urago Mella, migliaia di pezzi assolutamente uguali agli originali.

(red.) Moncler, Blauer, Refrigiewear e Peuterrey. Giacconi griffatissimi e costosi pronti per il mercato, jeans Armani e borse Gucci e Louis Vuitton. Tutti assolutamente falsi, ma che avrebbero fruttato circa 10milioni di euro una volta immessi sul mercato.
La Guardia di Finanza di Brescia ha trovato in un laboratorio clandestino gestito da cinesi, a Urago Mella, migliaia di pezzi assolutamente uguali agli originali. Erano stipati in un bilocale, nel quale al momento del blitz sono stati sorpresi cinque operai, tre uomini (uno dei quali clandestino) e due donne, che lavoravano in nero.
Nel laboratorio c’erano in tutto 200mila pezzi, tra capi pronti e parti ancora da assemblare. Le Fiamme gialle sono arrivate al magazzino dopo una serie di controlli ad ambulanti africani in città. Da qui, infatti, prendevano la merce per poi venderla sulle strade.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.