Quantcast

Imprenditore arrestato per bancarotta

Giovanni Rivetti, 59enne di Rovato, deve rispondere anche di occultamento di scritture contabili. Gli viene contestato un "buco" da 3,5 milioni di euro.

(red.) Le fiamme gialle di Chiari (Brescia) hanno arrestato l’imprenditore edile rovatese 59enne Giovanni Rivetti, per bancarotta fraudolenta ed occultamento delle scritture contabili. All’uomo, titolare di una impresa che opera nel settore edile, viene contestato un “buco” di circa 3,5 milioni di euro.
Il provvedimento è stato emesso dal gip di Brescia su richiesta del sostituto procuratore Roberta Panico.
Rivetti, che aveva già subito un primo fallimento della sua ditta nel 1981, era sotto indagine a seguito di un successivo episodio di fallimento, avvenuto nel 2009,  di Euro Ipb Ponteggi SrL e Pont Line SrL di Rovato, società edili, di cui era amministratore unico.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.