Proiettili ad un giudice di Brescia

Le 11 munizioni, di calibro diverso, rinvenute nel cestino della bicicletta sotto un foglio. Indaga la procura di Venezia, competente in materia.

Più informazioni su

(red.) Undici tra proiettili e cartucce. Li ha trovati, nel cestino della bicicletta, un giudice civile in servizio al tribunale di Brescia. Sulla vicenda, inquietante, sta indagando la procuradi Venezia, che coordina le indagini sul territorio bresciano.
Tre le cartucce da caccia e otto i proiettili per pistola, di due calibri diversi, che sono stati depositati sul mezzo del giudice, nascosti sotto un foglio di carta.
Non è stato possibile appurare quando e dove sia avvenuto il “deposito” delle munizioni, perché la vittima del gesto intimidatorio non si è subito accorta della presenza del materiale e la bicicletta è stata utilizzata per gli spostamenti in città.
Nel frattempo è stata disposta una stretta vigilanza sugli spostamenti del giudice.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.