Marone, cadavere in una scarpata

Si tratta di Duilio Moretti, 78 anni, che stava lavorando ad un capanno in località Croce. Il corpo senza vita dell'anziano recuperato in tarda serata dal Soccorso Alpino.

Più informazioni su

(red.) Era uscito di mattina per recarsi al suo capanno di caccia ed effettuare qualche intervento di pulitura e sistemazione dell’attrezzatura venatoria, ma il mancato rientro a casa in tarda serata ha fatto scattare l’allarme dei familiari che hanno attivato i soccorsi.
E’ stato ritrovato, senza vita, intorno alle 23, dagli uomini del Soccorso Alpino di Breno, forse stroncato da una malore, o vittima di un tragico incidente, in un canalone sulle montagne di Marone (Brescia) in località Croce, Duilio Moretti, 78 anni, originario di Iseo.
Difficili le operazioni di recupero della salma, a causa del luogo impervio in cui si è verificata la tragedia. La vittima è stata recuperata  attraverso un sistema di corde e di sicurezze. Sul posto anche i volontari del 118 di Sale Marasino, ma per l’uomo non c’era ormai più nulla da fare.
Solo l’autopsia potrà chiarire la cause del decesso.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.