Quantcast

Bimbi intossicati, era colpa dell’acqua

Il "Norovirus" è stato isolato nell'acqua del ruscello che scorre a poca distanza da Villa Rosa a Malonno dove erano in vacanza una cinquantina di ragazzi della Diocesi.

(red.) Era colpa dell’acqua. Il batterio responsabile dell’intossicazione di 47 bambini ospiti di un campo estivo organizzato dalla Diocesi di Brescia a Villa Rosa di Malonno era il “Norovirus”.
Il virus era presente nell’acqua del torrente presso cui i ragazzini dagli 8 ai 13 anni si erano dissetati. Il fiumiciattolo scorre a poca distanza dalla struttura in cui stavano trascorrendo le vacanze i bambini.
La conferma del “responsabile” dell’infezione intestinale è arrivata da Giorgio Varisco, direttore sanitario dell’Istituto zooprofilattico di Brescia. Il “Norovirus”, di tipo enterico, è stato isolato dopo una serie di campionature dell’acqua del ruscello.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.