Quantcast

Altri 19 profughi nel Bresciano

(red.) Sono attesi per questo giovedì, nel Bresciano, altri 19 profughi provenienti da Lampedusa. La nostra provincia finora ha accolto 361 immigrati a cui si aggiungono gli stranieri in arrivo il 1 settembre che portano la cifra complessiva a 380.
I profughi saranno ospitati a Lumezzane, Pisogne e San Felice del Benaco. A Lumezzane presso l’albergo ristorante “Da Ugo”, nel Gardesano invece all’albergo “La Sorgente”. Otto di loro, invece, raggiungeranno la  Valcamonica, dove si è concentrata la maggioranza degli immigrati.
A Pisogne i profughi verranno alloggiati al villaggio Miò in Val Palot dove già si trovano una trentina di stranieri  proveniente dalla Libia giunti alla fine di maggio.
Nei prossimi giorni, a Montecampione, in Valcamaonica, dove si concentra il numero maggiore degli arrivi di stranieri in fuga dall’Africa è atteso il gruppo di monitoraggio e assistenza del dipartimento di Protezione civile per far fronte all’emergenza Nord Africa.
Il fine è quello di verificare le eventuali criticità sia dal punto di vista della gestione dell’emergenza, sia da quello burocratico, trovando soluzioni per velocizzare le pratiche delle richieste di asilo politico. Il passaggio, va detto, è obbligato, ma in molti lo vedono come una possibilità di risolvere più velocemente la situazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.