Quantcast

Crisi, Montecampione “all’asta”

Dopo il fallimento di Alpiaz, sono in vendita appartamenti, palasport, garage e cinema. Gli impianti di sci rischiano di chiudere per sempre.

Più informazioni su

montecampione(red.) Montecampione, sulle vette bresciane della Valcamonica, è di fatto un paese all’asta. Da una parte i problemi economici che hanno portato al fallimento di una società negli anni ’80 e ’90 e il rischio che la stessa cosa capiti alla Montecampione Ski Area a capo degli impianti di sci rendono caotica la situazione in alta valle. La chiusura di Alpiaz ha portato la sezione fallimentare del tribunale di Brescia a mettere in vendita vari appartamenti de “La Splaza” partendo da 40 e 60 mila euro, un parcheggio da 3 mila metri quadrati, decine di garage, quattro appartamenti di un condominio, il palazzetto dello Sport (che si trova a Pian Camuno) e il cinema.
In tutto, 3,5 milioni di euro di valore, con le richieste di acquisto aperte fino al 30 ottobre. Per quanto riguarda la Montecampione Ski Area, invece, non è arrivata la ricapitalizzazione di 700 mila euro, mentre gli impianti in inverno resteranno chiusi. Si chiede ai cittadini e commercianti di sostenere la causa, mentre la società a capo del comprensorio del Gaver avanza la proposta di rilevarli.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.