Capriano, 76enne cardiopatica sfrattata

Giulia Morandi, un'anziana signora, era stata buttata fuori casa martedì. Dopo la mobilitazione di “Diritti per tutti” si è trovato un accordo con il sindaco.

(red.) Sbattuta in mezzo alla strada a 76 anni al primo accesso dell’ufficiale giudiziario. E’ accaduto a Capriano del Colle, dove la mattina di martedì primo ottobre era stata sfrattata Giulia Morandi.
L’abitazione era di proprietà del figlio, andata poi all’asta per problemi finanziari. Con l’amministrazione comunale era già stata trovata una soluzione abitativa, ma il nuovo padrone di casa, tuttavia, non ha voluto sentire ragioni e ha chiamato anche i Carabinieri, facendo eseguire lo sfratto.
Sulla vicenda è intervenuta l’associazione Diritti per Tutti: “Denunciamo l’atteggiamento dell’Ufficiale giudiziario che non ha tenuto conto dell’età, dello stato di salute della signora e del fatto che a breve avrebbe potuto tranquillamente fare un passaggio da casa a casa per trovare una soluzione alla vicenda”.
Fortunatamente la situazione sembra aver trovato in poche ore una soluzione. In un comunicato di mercoledì 2 ottobre, l’Associazione ha reso noto che con l’intervento del sindaco di Capriano del Colle, Claudio Lamberti, la signora Giulia, firmerà venerdì pomeriggio il contratto per un nuovo alloggio. L’ha comunicato lo stesso sindaco ai rappresentanti della stessa Associazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.