Furto di vestiti nei centri commerciali bresciani, tre identificati

Due sudamericani e una cubana erano entrati in azione tra fine 2018 e inizio 2019 portando via diversi prodotti.

(red.) Nelle ore precedenti a venerdì 18 settembre tre persone sono finite nei guai per alcuni furti commessi ai danni di una serie di centri commerciali nel bresciano. Un cileno di 37 anni, un colombiano di 36 e una 38enne cubana erano entrati in azione tra fine 2018 e inizio 2019 alle Rondinelle, Elnòs e Auchan e anche al Freccia Rossa di Brescia rubando persino un’autoradio e un monitor tutti messi in uno zaino con cui avevano passato le casse senza pagare.

Il colombiano e la donna avevano raggiunto due negozi di abbigliamento rubando al Freccia Rossa due paia di jeans e a quello di Elnòs anche un giubbotto e un paio di camicie per un importo di circa 100 euro. Infine, il cileno aveva tentato di fuggire da un negozio di scarpe dopo aver indossato un paio di nuove. Nel suo caso il sistema anti-taccheggio lo aveva fatto bloccare alle casse.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.