Castrezzato, colpi tra le auto in sosta: arrestato 27enne

Il giovane disoccupato e con precedenti aveva rubato portafogli, borse e accessori. Ora sono scattate le manette.

(red.) Nelle ore precedenti a sabato 30 maggio un ragazzo di 27 anni residente a Roccafranca, nel bresciano, è finito nei guai per i numerosi colpi messi in campo ai danni delle auto in sosta e dalle quali rubava ogni oggetto o accessorio di valore. Si parla di portafogli, borse, occhiali da sole e cellulari, ma anche di prelievi effettuati al bancomat usando tessere rubate. A suo carico ci sarebbero almeno quindici colpi che lo hanno fatto finire in manette da parte dei carabinieri di Castrezzato con quelli milanesi di Limbiate.

Il giovane topo d’auto era entrato in azione tra Castrezzato e Castelcovati nell’arco di diversi mesi a cavallo tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020. Attraverso le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza degli istituti di credito e i portali di lettura delle targhe si è riusciti a individuare la sua Opel Corsa e a identificare il giovane. E’ un disoccupato con numerosi precedenti alle spalle e che a Limbiate, nel milanese, aveva raggiunto un campo nomadi per far visita.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.