Quantcast

Rezzato, 20enne dorme solo in casa in preda di tre ladri

La rapina giovedì notte. Il trio ha preso a pugni e schiaffi l'unico presente, figlio dei proprietari. Poi la fuga.

(red.) Nella notte tra giovedì 20 e ieri, venerdì 21 febbraio, una banda formata da tre malviventi e tutti con il volto coperto da un passamontagna sono entrati in un’abitazione singola di Rezzato, nel bresciano, con l’intento di rubare denaro e oggetti di valore dalla cassaforte. Pensavano di agire indisturbati e che all’interno di quella casa, nei pressi del centro, non ci fosse nessuno in quel momento. Invece, c’era il figlio 20enne dei proprietari che è stato svegliato dall’assalto, di cui dà notizia Bresciaoggi.

E di conseguenza dal furto si è passati alla rapina. I tre, forse stranieri, hanno minacciato e alzato le mani contro il giovane che non voleva – o non sapeva – dare la combinazione per aprire il forziere. Quindi il trio ha depredato quanto poteva prima di darsi alla fuga.

E il 20enne non ha potuto fare altro che denunciare la rapina appena subita. I carabinieri della compagnia di Brescia si stanno occupando del caso e avrebbero anche accertato che i tre non avevano armi. Il 20enne è stato portato al pronto soccorso in ospedale per essere medicato di quei pugni e schiaffi che aveva subito.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.