Cazzago, rapina armata all’ufficio postale. Il bottino è magro

Il blitz martedì mattina alla sede di via Carso. I banditi (uno con pistola, l'altro con coltello) sono fuggiti con 250 euro.

(red.) L’altra mattina, martedì 4 febbraio, l’ufficio postale di via Carso a Cazzago San Martino, in Franciacorta, nel bresciano, è stato teatro di una rapina a mano armata da parte di due banditi. E’ successo intorno alle 9 nel momento in cui all’interno dell’ufficio le impiegate stavano lavorando a servizio dei clienti. A un certo punto i due malviventi, con il volto coperto da un passamontagna, hanno fatto irruzione.

Uno di loro, armato di pistola (non è chiaro se vera) ha tenuto sotto scacco i clienti all’ingresso, mentre il complice ha brandito un coltello verso le cassiere facendosi consegnare poco più di 250 euro, tutto ciò che era presente. Il colpo è stato commesso nell’arco di un minuto e subito dopo i due banditi, forse della zona e affetti da problemi di tossicodipendenza, sono fuggiti a piedi verso un vicino parco e quindi verso il centro del paese.

La rapina è stata denunciata ai carabinieri della stazione locale che stanno indagando, partendo dalle immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza nei dintorni e che potrebbero aver immortalato i due con il volto scoperto e salire su una vettura per fuggire. L’ufficio postale ha poi proseguito il lavoro regolarmente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.