Truffa sulle auto usate, 25 arrestati tra Ravenna e Brescia

Polizia e Guardia di Finanza in azione. Smantellata l'organizzazione che truffa sul commercio di veicoli usati.

(red.) Nelle ore intorno a mercoledì 11 dicembre la Polizia di Stato e la Guardia di Finanza hanno smantellato un’organizzazione criminale formata soprattutto da cittadini rumeni e accusati di truffa nel traffico di veicoli usati e anche nel trasferimento di valori. Su richiesta della procura di Ravenna e autorizzata dal giudice, agenti e Fiamme Gialle si sono mossi tra Ravenna e Brescia per mettere a segno 25 arresti.

Cinque sono finiti in carcere, sette si sono visti concedere i domiciliari e 13 con il solo obbligo di firma in caserma. L’accusa per tutti è di associazione a delinquere, truffa e trasferimento fraudolento di valori, portando anche al sequestro di diciotto imprese.

I componenti della banda sarebbero stati attivi tra la Romagna e la Lombardia. Per loro i fermi sono scattati da parte dalle Squadre Mobili e Polizia Stradale di Ravenna e Brescia con il Reparto Prevenzione Crimine Emilia Romagna Orientale di Bologna e della Guardia di Finanza ravennate.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.