Quantcast

Capriano, ruba collana a signora, arrestato

Un 38enne, già noto ai carabinieri per precedenti di spaccio, è stato fermato dopo un inseguimento a pochi metri da casa. In carcere aspettando il processo.

Più informazioni su

(red.) Un cittadino marocchino di 38 anni, H. C. le iniziali, è stato arrestato sabato 16 luglio dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile e da quelli di Bagnolo Mella dopo una rapina commessa ai danni di una casalinga 50enne. La donna, poco prima di mezzogiorno, stava camminando in via Crocefissa di Rosa a Capriano del Colle, nel bresciano, per fare rientro a casa. A un certo punto è stata sorpresa alle spalle dal 38enne che ha iniziato ad aggredirla e strattonarla prima di strapparle la collana d’oro. Poi il nordafricano è riuscito a fuggire facendo perdere le proprie tracce, ma per poco tempo. La donna, infatti, durante la colluttazione era riuscita a guardare il volto dell’uomo e ha denunciato l’episodio ai carabinieri.
I militari, grazie alle indicazioni dettagliate della vittima e all’impianto di video sorveglianza presente sul posto, hanno identificato il malvivente. Senza fissa dimora, era già conosciuto dalle forze dell’ordine per i suoi precedenti di spaccio di droga. I militari hanno così raggiunto la casa di Bagnolo Mella che sapevano essere usata dall’uomo e lo hanno atteso. Quando il 38enne è rientrato e ha notato i carabinieri, è scappato nel Parcobaleno e poi verso via Primo Maggio, ma è stato bloccato. Durante la perquisizione della casa, hanno trovato la collana nascosta in una cappa e poi restituita alla signora. Per l’uomo sono scattate le manette e il carcere. Martedì 19 luglio il fermo è stato convalidato in attesa del processo. La donna, medicata al pronto soccorso dell’ospedale di Manerbio per una contusione a una spalla, ha ricevuto una prognosi di sette giorni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.