Quantcast

Finti poliziotti rubano 1,2 mln nei controlli

Operazione della Squadra Mobile di Brescia e della polizia di Trieste contro falsi agenti che spillavano soldi agli automobilisti. Sono finiti in manette.

Più informazioni su

(red.) Invece di patente e libretto, chiedevano soldi. Così nove individui, finti agenti di polizia, sono stati arrestati nell’ambito di un’operazione che ha coinvolto la Squadra Mobile di Brescia con la polizia (quella vera) di Trieste. I malviventi, tutti italiani, si erano dotati di abbigliamento e dispositivi solitamente in uso alle forze dell’ordine.
Poi si piazzavano soprattutto ai confini dell’est, verso l’ex Jugoslavia, fermando gli automobilisti che arrivavano in Italia, magari con i soldi contanti. I finti poliziotti sono accusati di aver commesso varie rapine che avrebbero portato nelle loro tasche 1,2 milioni di euro in sei mesi. Sono stati tutti raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice delle indagini preliminari di Brescia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.