Quantcast

Furto di rame da 100 mila euro sulla Tav

Rubati 500 metri di cavi sulla linea Treviglio-Brescia che sarà aperta alla fine del 2016. Consorzio: "Così si allungano i tempi per i lavori".

binari Tav(red.) Nelle notti precedenti a giovedì 14 aprile i binari della linea ad alta velocità Treviglio-Brescia sono stati presi di mira dai ladri di rame. Nel raid i malviventi hanno rotto alcuni ingranaggi dell’alimentazione e portato via 500 metri di cavi tra Calcio, nella bergamasca e Urago d’Oglio. Il consorzio Cepav Due, responsabile della costruzione della linea ad alta velocità, parla di un valore economico, tra danni e furto, di circa 100 mila euro. Non è la prima volta che la linea destinata ai treni finisce nel mirino dei ladri. Anzi, nel corso del 2015 erano avvenuti circa quaranta episodi per un danno da 500 mila euro e solo a marzo del 2016 sono spariti 10 mila metri di cavi per altre centinaia di migliaia di euro di danneggiamenti.
Una situazione che mette in allarme il consorzio per il fatto di dover spendere di più rispetto al preventivo per acquistare i materiali rubati e impiegare più tempo per sostituirli, tra l’altro con lavori complicati di realizzazione. L’inaugurazione della linea Tav tra Treviglio e Brescia è prevista e confermata alla fine del 2016, ma i continui furti rischiano di allungare i tempi di avanzamento dei lavori e di procrastinare l’apertura.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.