Capo di Ponte, altra razzia in canonica

Sabato, dopo la messa, i ladri hanno approfittato dell'assenza del parroco per mettere a soqquadro la sua abitazione. Si tratta del secondo furto in pochi mesi.

(red.) Non dovevano avere certo una spiccata devozione i malviventi che hanno rubato dalla parrocchia di Capo di Ponte.
Dopo la messa di sabato sera il parroco del posto don Fausto Murachelli si era concesso una libera uscita per cena con alcuni conoscenti. Ma non sapeva che i ladri erano in agguato. Al suo ritorno, verso le 21, don Fausto ha notato che qualcosa di strano era successo durante la sua assenza: i battenti della canonica erano infatti aperti. Entrato nel suo studio ha avuto la conferma dei suoi sospetti: tutta la stanza era a soqquadro con carte, libri e soprammobili a terra, cassetti e armadi aperti; da una scatola mancavano le poche centinaia di euro che don Fausto aveva in casa.
Si tratta della seconda visita di seguito che i malviventi hanno riservato al povero sacerdote camune. Pochi mesi fa, infatti, i soliti ignoti si erano introdotti nel locale dell’ecclesiastico, sottraendo anche all’epoca le poche banconote custoditevi.
Un allarme, quello della delinquenza, con cui il comune bresciano è costretto a convivere da tempo e che ha colpito non solo il parroco ma diversi suoi fedeli.  Basti pensare che in un solo mese e poco più, oltre alla canonica, i ladri hanno colpito anche nell’oratorio della frazione di Cemmo, nella Casa di riposo Fratelli Bona e nella segreteria della Città della Cultura, il centro della Comunità montana che ospita incontri,eventi, mostre e corsi. Tutti furti con bottini di poco conto. Ma evidentemente di questi ci si accontenta di poco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.