“10 milioni dalla regione Lombardia per le comunità montane”

Alto Garda bresciano riceverà 316 mila euro, Val Sabbia 431 mila, Val Trompia 435 mila, Val Camonica 741 mila, Sebino bresciano 245 mila.

(red.) Regione Lombardia ha approvato lo stanziamento di 10 milioni di euro in favore delle comunità montane regionali con la delibera 4270/2021.
“Anche quest’anno Regione Lombardia”, ha dichiarato il vicecapogruppo per la Lega in Consiglio Regionale, Floriano Massardi, “è riuscita a reperire le risorse da destinare alle Comunità Montane, che verranno erogate in un’unica soluzione. Siamo consapevoli delle gravi difficoltà economiche che i nostri cittadini stanno affrontando e per questo motivo la nostra volontà, come amministrazione regionale, è quella di aiutare concretamente quante più realtà possibili”.

“Le chiusure imposte dal governo hanno colpito in modo particolarmente severo i territori montani”, dic ancora Massardi. “Quest’inverno le piste da sci sono rimaste chiuse, gli alberghi vuoti e le difficoltà economiche per gli operatori sono enormi. Sappiamo che il danno economico creatosi è ingente ed è per questo che, visto il momento così delicato, si è approvato questo contributo in favore del funzionamento delle Comunità Montane lombarde”.

“Da cittadino bresciano e da uomo della montagna”, continua Massardi, “dove sono cresciuto e dove ho avuto l’onore di fare il sindaco, so bene quanto siano preziosi questi Enti e non posso che dirmi soddisfatto per gli stanziamenti che riceveranno le Comunità Montane della mia provincia. Nello specifico, la Comunità montana “Parco alto Garda bresciano” riceverà oltre 316 mila euro, la Comunità montana della Val Sabbia 431 mila euro, quella della Val Trompia 435 mila euro, la Comunità montana della Val Camonica oltre 741 mila euro e la Comunità montana del Sebino bresciano 245 mila euro”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.