Saldi, partenza prudente e gli sconti si alzano

Molti negozianti hanno deciso di iniziare subito con un meno 50%. Il caldo ha frenato l'afflusso in centro città e ha favorito il fresco dei centri commerciali. Il ritorno dei turisti aiuta gli affari.

Più informazioni su

Brescia. Qualche anno fa era diverso. Con i saldi estivi si partiva piano, stando su sconti tra il 20 e il 30% i primi giorni per arrivare, alla fine di agosto, anche al 70%. Ma quest’anno molti negozianti hanno deciso di iniziare forte, scontando subito la propria merce del 50% nella speranza di convincere gli incerti a comprare da loro anziché dalla concorrenza.
Le percentuali che si vedono sui capi esposti in vetrina in questi primissimo giorni di saldi estivi sono lo specchio di una stagione incerta, dovuta alla necessità delle famiglie di far fronte agli aumenti del costo della vita provocati dal folle incremento dei prezzi dei combustibili, gas e benzine, che hanno portato alle stelle i costi del riscaldamento e dei trasporti. Il carovita induce molti bresciani a stare più attenti agli acquisti di abbigliamento, selezionando meglio.
Sabato, primo giorno, in città i negozi hanno iniziato a riempirsi fin dal mattino, ma quando la giornata si è fatta più calda è stato nel fresco dei centri commerciali che si è vista più gente. Le opinioni raccolte tra i commercianti, che spesso puntano su questo periodo per dare una svolta alla stagione, sono di moderato ottimismo: è presto per fare bilanci, ma qualcuno ha già parlato di un incremento medio del 15% delle vendite rispetto all’anno scorso.
A dare impulso ai saldi di quest’anno saranno anche i turisti, tornati a popolare i laghi e la città dopo lo stop dei mesi più duri della pandemia. Abbigliamento e accessori per donna, scarpe, vestiti per i bambini e costumi da bagno gli articoli più venduti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.