Quantcast

Chiusa la raccolta punti Bennet club 2021: donati 230 mila euro

Più informazioni su

Concesio. Bennet dona 230.000 euro grazie ai clienti e alla loro scelta di destinare punti della carta fedeltà Bennet Club a iniziative benefiche. Spicca in particolare il dato dell’ultima azione legata all’emergenza del conflitto in Ucraina: in poche settimane questa opzione di donazione ha infatti raggiunto la cifra record di 147.000 euro.

Attraverso l’intervento di FEBA European Food Banks Federation (Federazione dei Banchi Alimentari Europei, di cui è parte Banco Alimentare Italia) la generosa risposta dei clienti ha consentito di svolgere molte attività primarie di assistenza alle famiglie dei rifugiati ucraini.

Oltre 33mila euro sono stati donati a La Nostra Famiglia, Fondazione Sacra Famiglia e Cometa. La Nostra Famiglia è un ente che si dedica alla cura e alla riabilitazione dei disabili in età evolutiva. Negli scorsi anni Bennet ha affiancato l’associazione sostenendo anche percorsi di inclusione e formazione al lavoro per giovani con disabilità intellettiva e assumendo alcuni di loro nei propri ipermercati.

Accoglienza e cura di bambini, adulti e anziani che soffrono di gravi fragilità o disabilità fisiche, psicologiche e sociali è invece la missione della Fondazione Sacra Famiglia. Bennet contribuisce al progetto speciale “Abilitiamoli alla vita”, volto a preservare le autonomie di bambini, adulti e anziani fragili attraverso attività laboratoriali ed educative.

Gli interventi in favore di Cometa si concentrano sul territorio comasco e si rivolgono alle famiglie di bambini e ragazzi in difficoltà: le donazioni sono state destinate al centro diurno “Una Casa per Crescere”, struttura educativa che accoglie più di 120 bambini.

Sul fronte dell’impegno verso la ricerca scientifica, la principale destinazione delle donazioni di Bennet è la Fondazione Umberto Veronesi: i fondi devoluti sono stati pari a circa 49.000 euro.

A questa cifra occorre aggiungere anche i 14.000 euro destinati al progetto Gold for Kids della Fondazione, che Bennet ha raccolto nel periodo natalizio con la vendita di “Il gioco della spesa!”, gioco da tavola in limited edition e un alberello di Natale. Due gli obiettivi: finanziare il lavoro dei ricercatori impegnati nello studio dei tumori dell’infanzia e dell’adolescenza e promuovere l’apertura e la gestione di un numero crescente di protocolli di cura, garantendo ai piccoli e giovani pazienti accesso immediato alle migliori terapie.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.