Quantcast

Valmontone Outlet (Promos): inaugurata la nuova area da 6mila metri

La società che fa capo alla famiglia bresciana Maffioli ha investito 15 milioni di euro. Il cantiere, durato 12 mesi e con 600 operai, non si è fermato nemmeno durante il Covid.

Più informazioni su

(red.) Si è svolta giovedì l’inaugurazione della nuova area del Valmontone Outlet (provincia di Roma): 6mila mq di superficie che andranno ad incrementare del +20% l’area attualmente a disposizione, portando la struttura a totali 46mila mq, superando con le 20 nuove insegne i 200 punti vendita e contando così su un’offerta merceologica tra le più complete e interessanti nel panorama della grande distribuzione organizzata a livello nazionale.
Per il taglio del nastro un testimonial d’eccezione, il pluri-campione olimpico Marcell Jacobs.
Tra gli interventi edilizi più rilevanti nel settore commerciale in Italia degli ultimi due anni, e sviluppato dalla famiglia bresciana Maffioli (Promos), il cantiere per la realizzazione della Fase 4, per cui sono stati investiti 15 milioni di euro, è partito nel giugno 2020 in pieno Covid period, ha richiesto circa 12 mesi di lavoro e oltre 600 lavoratori e non si è mai fermato neppure durante i lockdown. Un’ulteriore conferma della resilienza di un asset che ha reagito in modo efficace alla pandemia, che oggi sta superando tutte le aspettative e conta, nel 2022, di raggiungere, se non migliorare, i numeri del 2019 (l’anno più performante dal 2016), sia per visitatori che per fatturato.

Valmontone Outlet famiglia Maffioli

“Valmontone Outlet è un asset molto importante per Promos – dichiara Carlo Maffioli, presidente Promos – e proprio per questo, anche grazie alla fiducia e alla stima che ci accorda Dws (proprietà della struttura) abbiamo investito con convinzione su questa ulteriore espansione. Dal 2015, quando abbiamo preso in gestione la struttura, sono molte le sfide vinte. Da sempre, nel Dna d famiglia, c’è il forte legame con i territori che ospitano i nostri centri e la volontà di ‘restituire’ quello che ci viene offerto. Ecco perché, in questi 6 anni di nostra presenza a Valmontone, abbiamo contribuito all’indotto locale con 400 nuovi posti di lavoro, abbiamo investito più di 30milioni di euro, abbiamo aperto la prima food court in un Outlet Italiano e, prima di questo ampliamento, abbiamo nell’aprile 2021 realizzato insieme alla Regione Lazio e Asl Roma 5 uno tra i più grandi centri vaccinali d’Italia: un drive-in che in 6 mesi di operatività ha somministrato oltre 220mila dosi. Successi che ci danno la forza di andare avanti e di proseguire con gli investimenti.”

Jacobs e moglie aL Valmontone Outlet famiglia Maffioli

“Il successo di questa nuova operazione è stato decretato, ancor prima della sua inaugurazione, dai risultati già ottenuti – aggiunge Filippo Maffioli, amministratore Delegato Promos – a 6 mesi dall’apertura tutti e 20 i nuovi store erano già stati locati e abbiamo anche ottenuto l’interesse di grandi brand del design e dell’arredamento che, per la prima volta, sbarcano a Valmontone, non solo spinti da una nuova sfida ma anche stimolati da un’architettura più moderna e da un approccio retail più innovativo e contemporaneo. Alla luce di questo, posso già anticipare che la collaborazione tra Promos e Dws non si fermerà qui, già allo studio un imminente sviluppo che potrebbe vedere la luce tra la fine del 2023 e l’inizio del 2024 e che coinvolgerà la Piazza Centrale, per un restyling completo e l’inserimento di un’area che coinvolgerà brand di segmento premium”.

Valmontone Outlet famiglia Maffioli

E a testimonianza dell’importanza del legame con il territorio e il voler offrire servizi, la più grande novità è l’inserimento di una farmacia comunale e di un medical center, una nuova area di oltre 1.500 mq che permetterà ai visitatori di abbinare lo shopping alla tutela della propria salute e alla prevenzione grazie alla presenza di una farmacia, un laboratorio specialistico di analisi e di una clinica dentale.
“L’idea di un centro medico all’interno dell’outlet – commenta Tomaso Maffioli, amministratore delegato di Promos – nasce dalla volontà di creare un link ancora più forte con il territorio, offrendo ai visitatori anche servizi di tipo diverso, in grado di ampliare le occasioni e le opportunità di cura per il bacino di utenza locale, in linea con quanto già fatto in questi mesi all’interno dell’hub vaccinale aperto in collaborazione con la Regione Lazio e Asl Roma 5. Siamo infatti convinti che sia importante nel disegnare le strategie di sviluppo di una struttura come la nostra, alimentare costantemente il rapporto con il territorio, interpretandone le necessità, continuando a crescere e operando in maniera strategica per poter differenziare in maniera efficace la propria offerta merceologica e di servizi”.
Presenti all’evento, oltre ai rappresentanti italiani e tedeschi di DWS1, proprietaria del centro per conto del fondo immobiliare Grundbesitz Europa, tra cui Giuseppe Colombo (Direttore Real Estate Italy), la famiglia Maffioli, fondatrice di Promos2, la società che dal 2015 gestisce l’Outlet, il senatore Bruno Astorre e il sindaco di Valmontone, Alberto Latini.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.