Quantcast

Grande distribuzione, al gruppo Migross 8 punti vendita L’Alco Grandi Magazzini

Più informazioni su

(red.) Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs uil della Lombardia informano che nel pomeriggio di giovedì 11 novembre si è svolto il nuovo incontro sulla cessione degli 8 Punti Vendita de L’Alco Grandi Magazzini spa in Lombardia. Come anticipato nei giorni scorsi, l’incontro odierno ha sancito l’intesa definitiva con Migross spa, salvaguardando tutti i 200 posti di lavoro.
I tre sindacati confederali esprimono soddisfazione per questo nuovo passaggio che consegna finalmente alle lavoratrici e ai lavoratori la sicurezza di ripresa lavorativa e il recupero delle retribuzioni, comprese quelle arretrate. Nei prossimi giorni tutti i lavoratori saranno chiamati a ufficializzare individualmente i passaggi, a seguito dei quali – nei primi di dicembre – la procedura potrà definirsi conclusa.
Nei giorni scorsi il gruppo Conad si era aggiudicato all’asta altri 15 negozi, investendo una cifra di 23,7 milioni di euro e battendo la concorrenza di Italmark. 

 

Per le specifiche sul programma di cessione e riavvio dei punti vendita, l’Azienda acquirente ha chiarito di non aver avuto molte occasioni per effettuare sopralluoghi specifici e quindi di non essere in grado di fornire, allo stato attuale, una “road map”  precisa delle riaperture. Tuttavia ha indicato, come possibili negozi oggetto dei primi interventi quelli di Lonato (BS), Rovato (BS) e Braone (BS), successivamente alle ristrutturazioni verranno riaperti gli altri punti vendita.
Per permettere la realizzazione del programma di riaperture, che dovrà essere condiviso tra Azienda e Organizzazioni sindacali, Migross ha preannunciato di voler fare ricorso all’utilizzo della Cigs. Inoltre, insieme alla trattativa della cessione, Migross si è resa disponibile a condividere un protocollo di intesa per definire un quadro di regole per gestire le fasi delle riaperture così da affrontare tutte le questioni riguardanti le lavoratrici e i lavoratori.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.