Quantcast

Confesercenti Lombardia Orientale, a Massimo Bonetti la presidenza di Anva

(red.) È stato eletto all’unanimità dai delegati delle province di Brescia, Cremona e Mantova Massimo Bonetti,  nuovo presidente di ANVA (Associazione nazionale commercio su Aree pubbliche)-Confesercenti della Lombardia Orientale. Bresciano, classe 1965, è – come ama ricordare – ambulante di “terza generazione”: la capostipite fu la nonna Maria Bertana, iscritta al Sindacato libero venditori ambulanti, che poi diventerà ANVA – Confesercenti, dal novembre del 1963. Bonetti, dopo aver conseguito il diploma di Ragioneria, ha iniziato a collaborare col padre in Piazza del Mercato, per poi diventare egli stesso titolare dell’attività nel comparto dell’abbigliamento intimo.

 

Il tema della ripartenza per la categoria dei venditori ambulanti, tra le più penalizzate negli ultimi 14 mesi a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia, rimane centrale. “Facendo un raffronto tra il 2020 e il 2019 – afferma Bonetti -, abbiamo lavorato meno della metà delle giornate. Ora dobbiamo cercare di ottimizzare la nuova stagione ed assicurare la possibilità di operare per tutti i commercianti su aree pubbliche. Ci impegneremo per ottenere l’azzeramento del canone unico fino alla fine dell’anno; finora l’agevolazione è prevista fino a giugno – sottolinea inoltre il presidente –. Chiediamo ulteriori ristori, considerato che siamo già rimasti fermi quattro settimane, a fatturato zero, nel 2021”. Tra le priorità del neo presidente, anche la digitalizzazione e la riorganizzazione dell’assetto mercatale, nel segno di una riqualificazione delle merceologie presenti ed una migliore riorganizzazione delle stesse, mediante una più razionale classificazione dei beni e delle merci commercializzate e uno sguardo costante all’utilizzo delle nuove tecnologie.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.