Quantcast

Brescia calcio, “Il denaro non dorme mai”

La trattativa tra la società di Gino Corioni e la Mapi Group di Gianpietro Manenti, riporta alla mente una frase del celebre Gordon Gekko nel film Wall Street...

“Tu smettila di dire bugie su di me, e io la smetto di dire la verità su di te” (Gordon Gekko nel film Wall Street – il denaro non dorme mai).

di Danilo Stefani
La cessione del Brescia calcio diventa un affare sempre più inquietante. Tra conti correnti fermi, parole che volano e tifosi che ululano di rabbia, sabato nello stadio del Lanciano siamo arrivati al miracolo: Giampietro Manenti – il dichiarato acquirente – afferma di aver assistito all’incontro, addirittura con prole, anche se nessuno l’ha visto.
Manenti, l’amministratore delegato di Mapi Group, sì proprio quello del bonifico dall’Ucraina che “arriva, non arriva, ma quando arriva?”, stavolta ha superato le leggi della fisica e si è smaterializzato alla vista. Chissà, forse un eccesso di privacy.
Nei conti aperti a Ubi Banca, intanto, non c’è traccia dei 42 milioni di euro promessi. Manenti sostiene che il denaro è sul suo conto personale; è già un progresso.
Nel frattempo il fascino del colore dei soldi misteriosi si confonde con i colori grigi di una squadra che annaspa nelle incertezze.
In questa fantastica caccia al tesoro, o gioco dell’oca, o monopoli rovesciato, il calciomercato di gennaio è giunto quasi al termine, rammollendo anche la devozione del tifoso più fedele.

Tu smettila di dire bugie su di me, ed io la smetto di pensare ciò che non oso dire su di te.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.