Depuratore del Garda, “Il Pd getta la maschera”

Più informazioni su

    (red.) “Il Partito democratico ha gettato la maschera, con il voto di ieri appare chiaro oltre ogni ragionevole dubbio quali siano le loro intenzioni.” Questo il commento di Floriano Massardi, vice capogruppo della Lega al Pirellone sul voto del Broletto di ieri, che ha visto bocciata la mozione Apostoli per un nuovo studio sul Depuratore del Garda.
    “Esprimo amarezza per quanto accaduto – prosegue l’esponente valsabbino del Carroccio – perché ancora una volta si è persa un’occasione valida per fare la cosa giusta. A causa del voto di ieri si torna all’anno zero e questa situazione ha dei responsabili ben precisi. L’unico aspetto positivo è che i Dem hanno palesato la realtà delle cose, che emerge chiarissima dalla votazione in Provincia: il centrodestra ha votato compatto a favore di un nuovo studio, mentre il centrosinistra ha votato contro, togliendo ogni dubbio su chi sia realmente favorevole a piazzare il depuratore a Gavardo. In questo senso spero vivamente che gli abitanti della Valle Sabbia tengano conto della cosa, ma soprattutto di chi è sempre stato coerente, perché ora non ci sono più scuse: il Partito democratico ha tradito il territorio”.

     

    “Personalmente vorrei esortare i sindaci ad andare avanti con la proposta di un nuovo studio di fattibilità alternativo, che sia indipendente e metta in luce la realtà di una situazione che appare nettamente poco chiara. Se anche in quel caso l’opzione Gavardo si rivelerà come la sede migliore, allora ne prenderemo atto. Ma fino ad allora – conclude Floriano Massardi – ci riserviamo di avere fortissimi dubbi nel merito, alimentati ancora di più dall’atteggiamento ostruzionistico del Pd bresciano”.

     

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.