“A lezione con…”: a Mazzano Angelo Peli

Più informazioni su

    (red.) Pronta la QUARTA edizione di “A lezione con…”, ciclo d’incontri dedicati all’approfondimento del modo dell’arte e della cultura organizzati dall’Associazione Spazi Musicali di Mazzano.
    Cinque appuntamenti previsti in cartellone dal M° Sandro Torriani, direttore artistico della rassegna, dove i relatori condurranno il pubblico in un percorso attraverso la musica, la poesia, il teatro, la scienza e la storia. Le conferenze si terranno presso il centro sociale “Gli Orti” di vicolo Ungaretti 10 a Mazzano con inizio alle ore 17.00. 


    Nel primo appuntamento, quello di domenica 10 novembre con Angelo Peli,
    musicista e didatta di riferimento per il mondo del jazz bresciano.
    Fondatore del
    Centro di Attività e Formazione Musicale l’Altrosuono, è autore di testi didattici di
    taglio innovativo e saggi monografici su Paul Desmond e Oliver Nelson. Le origini
    della carriera artistica lo vedono legato a Giorgio Gaslini, uno dei maggiori
    esponenti del Jazz italiano e internazionale, con la Solar Big Band, formazione
    con la quale ha tenuto concerti nei maggiori festival jazz nazionali. Come
    sassofonista ha all’attivo numerose incisioni in qualità di leader dei quartetti Upbit
    Motion, B-Cool e Jazz Bazar che in ambito orchestrale collaborando con nomi del
    calibro di Franco d’Andrea, Giorgio Albertazzi, Tiziana Ghiglioni, Sandro Gibellini
    e Franco Testa.
    Il maestro Angelo Peli condurrà il pubblico presente in un viaggio
    appassionato nel mondo del Jazz, partendo dalle origini dei primi anni del 900 e
    attraversando stili e epoche che hanno fatto grande la musica afroamericana.
    L’ingresso agli incontri è libero sino ad esaurimento posti, per informazioni o
    prenotazioni: info@spazimusicali.it

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.