Perseguita la ex, arrestato in via Milano

L’uomo, visibilmente alterato, nonostante l’arrivo degli agenti, continuava ad inveire nei confronti della donna pronunciando frasi minatorie. 

Più informazioni su

    (red.) Nella notte tra giovedì e venerdì primo novembre gli Agenti della Squadra Volante della Questura, insieme al Reparto Prevenzione Crimine di Milano, sono intervenuti presso un’abitazione in via Milano, a Brescia, dopo aver ricevuto una segnalazione di lite familiare, trovando sul posto un uomo che stava ripetutamente prendendo a calci la porta dell’abitazione, all’interno della quale era presente l’ex compagna.

    L’uomo, visibilmente alterato, nonostante l’arrivo degli agenti, continuava ad inveire nei confronti della donna pronunciando frasi minatorie. Gli operatori, visto il proseguire dell’atteggiamento e delle continue minacce alla donna, lo hanno bloccato e condotto sull’autovettura di servizio per portarlo in Questura. 
    Dopo gli accertamenti, sono emersi numerosi precedenti a carico del soggetto a cui si è aggiunta la denuncia querela da parte della donna, a seguito della quale l’uomo è stato posto in arresto. All’esito della direttissima, il giudice ha convalidato l’arresto e, vista la gravità dei fatti, ha stabilito la custodia cautelare in carcere.

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.