Morte Jessica Mantovani, c‘è un altro indagato

E' un 25enne di Prevalle: nella sua casa i carabinieri hanno trovato il computer della vittima. E' accusato di omicidio volontario e occultamento di cadavere.

Più informazioni su

(red.) Nuova svolta dal punto di vista delle indagini nell’ambito della morte di Jessica Mantovani. Si parla della 37enne che a metà giugno venne trovata senza vita tra le griglie di un cassone della centrale idroelettrica di Prevalle, nel bresciano. L’ultima notizia, segnalata dal Giornale di Brescia, è che oltre a Giancarlo Bresciani c’è un altro indagato. Si tratta di un 25enne di Prevalle che avrebbe spesso frequentato l’abitazione di Bresciani per consumare sostanze stupefacenti. L’elemento certo, come confermato anche dal 50enne indagato, è che la donna aveva trascorso nella sua casa una parte dell’ultima serata prima di essere trovata morta nella centrale idroelettrica.

E ora dalla procura spunta che anche il 25enne avrebbe avuto un ruolo e per questo motivo è accusato di omicidio volontario e occultamento di cadavere. A lui il magistrato che conduce l’inchiesta è arrivato dopo aver analizzato una serie di intercettazioni telefoniche e portando i carabinieri a perquisire la sua casa.

E hanno fatto centro, visto che tra le stanze c’era anche il computer della vittima e che sarà analizzato dalla Scientifica. Tutto il materiale sequestrato dagli inquirenti sarà ora controllato dai Ris di Parma e tra gli elementi c’è anche un cuscino che la vittima teneva con sé al momento in cui è stata trovata senza vita. La procura ha disposto anche nuovi accertamenti irripetibili alla presenza dei legali dei coinvolti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.